Parma è la città dell’arte e visitare i suoi musei è un must. Ecco le tappe che un Inguaribile Viaggiatore suggerisce di vedere.

PALAZZO PILOTTAmuseo archeologico nazionale di parma

Il primo luogo da visitare a Parma è il Palazzo della Pilotta, un luogo maestoso che ripercorre la storia della città attraverso i capolavori esposti nella Galleria Nazionale di Parma, nel Museo Archeologico Nazionale, nella Biblioteca Palatina e nel Teatro Farnese.

Per gli amanti dell’arte contemporanea 5 gallerie di arte contemporanea a Parma da non perdere

LA GALLERIA NAZIONALE DI PARMA

La Galleria Nazionale di Parma è il museo più importante della città con una collezione che vanta capolavori di Beato Angelico, Canaletto, Guercino, Leonardo da Vinci, Parmigianino, Tintoretto, Correggio e molti altri.

IL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI PARMA

Il Museo Archeologico Nazionale di Parma – fondato nel 1760, è uno dei più antichi musei d’Italia ed è punto di riferimento per le ricerche archeologiche del territorio, apparteneva al ducato di Parma.
La Biblioteca Palatina – ufficialmente inaugurata nel 1769 alla presenza dell’imperatore d’Austria Giuseppe
II, è affrescata con scene della Divina Commedia di Dante e conserva librerie antiche.
Oggi la Biblioteca ospita oltre 700.000 volumi, 3.000 incunaboli, 6.600 manoscritti, 50.000 stampe e
manoscritti miniati.

IL TEATRO FARNESE

Il Teatro Farnese – situato vicino alla Biblioteca Palatina, il Teatro Farnese è un luogo in cui è possibile
ripercorrere le vicende della vita di corte dei Duchi Farnese.
Durante il XXII fu quasi completamente distrutto ma fu ricostruito e oggi l’edificio è uno dei teatri più
sorprendenti del XVII secolo.

ARTURO TOSCANINI BIRTHPLACE E MUSEO

Il grande direttore d’orchestra Arturo Toscanini è nato a Parma il 25 marzo 1867 e oggi la sua casa è un
museo a lui dedicato.
Le stanze della sua modesta casa raccontano la storia di una vita dedicata alla musica, esibendo oggetti
appartenenti al Maestro e raccontando la sua vita.

MUSEO GLAUCO LOMBARDI

museo glauco lombardi
By Neipperg2Own work, CC BY-SA 3.0, Link

Nato grazie alla collezione privata Glauco Lombardi (1881-1970) questo è il museo da visitare per scoprire
Parma attraverso un importante protagonista della sua storia: Marie Louise d’Austria.
Il Congresso di Vienna assegnò il ducato di Parma, Piacenza e Guastalla alla moglie di Napoleone che la
governò dal 1814 al 1847.

Maria Luigia si è dedicata al suo piccolo regno realizzando opere pubbliche e costruendo monumenti che ancora oggi
fanno parte della vita di questo territorio.
Questo museo non solo illustra le importanti novità che Marie Louise ha portato a Parma, ma anche aspetti
della sua vita privata con esposizione di diari, gioielli e oggetti che descrivono la personalità di una
figura storica che è stata la testimone dei principali eventi del suo tempo.